1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
stemma CGIL Emilia-Romagna
 
 

Appalto pulizie Poste Italiane e SDA corriere Lux Srl:

I lavoratori chiedono di lavorare in condizioni dignitose

Dopo il danno, la beffa. 

Dopo le dichiarazioni della scorsa settimana da parte del titolare della Lux Srl, le assemblee con i lavoratori dell'appalto di pulizie di Poste Italiane di Bologna e dell'appalto di pulizie delle sedi del Corriere SDA Poste Italiane raffigurano una situazione ancora più complessa.

Dalle assemblee dei lavoratori convocate oggi e dai colloqui individuali effettuati con diversi  lavoratori emergono infatti condizioni di lavoro inaccettabili. I tempi per la pulizia degli uffici non permettono di svolgere il lavoro richiesto, si opera senza strumenti e macchinari idonei e con scarsi rifornimenti di materiale, tra cui anche guanti e moci per lavare i pavimenti.

Nell'appalto di SDA Poste Italiane, i lavoratori ci hanno illustrato una situazione ai limiti della decenza. Infatti viene richiesto loro di effettuare pulizie "ordinarie", senza idonei dispositivi di protezione individuale e senza prodotti adeguati, in locali fatiscenti e insalubri da tutti i punti di vista. Da anni infatti non vengono fatte le dovute pulizie straordinarie. E' inaccettabile lavorare in queste condizioni. 

Ad oggi inoltre i lavoratori occupati nell'appalto di pulizie del Corriere SDA Poste Italiane non hanno ancora ricevuto i contratti di assunzione, non sanno se e come sono stati assunti e  qual è il loro orario di lavoro e le condizioni contrattuali.

Per quanto riguarda l'appalto Poste Italiane dove Lux Srl lavora già da anni, potremmo dire che il film di Michele Placido "7 minuti" diventa una realtà. 

Protagonista della vicenda è appunto sempre la Lux Srl, quella che poco meno di una settimana fa ha proferito parole ingiuriose e a sfondo razziale nei confronti dei lavoratori migranti, nell'incontro sindacale convocato per verificare le condizioni di lavoro nelle pulizie di Poste Italiane e per il cambio di appalto per il servizio di pulizie del Corriere SDA Poste Italiane.

Dal 1° dicembre 2018 infatti alle lavoratrici e ai lavoratori è stata richiesta una riduzione di 5 minuti per le pulizie di ogni ufficio postale, pare che la richiesta avvenga a fronte della stipula di una nuova convenzione tra Lux Srl e Poste Italiane. Peccato che i dipendenti debbano fare lo stesso lavoro semplicemente in meno tempo. L'azienda dice "Sono solo 5 minuti". In realtà sono 5 minuti in meno ad ogni ufficio postale con riduzione dell'orario di lavoro per alcuni lavoratori anche oltre al 10% dell'orario settimanale. Una lavoratrice oggi ci ha detto esplicitamente che in questo modo le "viene meno una mensilità". Ma la Lux Srl non ne vuole sapere e ha inviato "ordini di servizio" a chi non ha accettato la riduzione.

Queste saranno le pesantissime "varie" che la Filcams Cgil regionale porterà al Tavolo dei Committenti Poste Italiane e SDA Poste Italiane, insieme alla richiesta di revoca degli appalti per incompatibilità del Codice Etico delle due aziende con le frasi proferite dal rappresentante di Lux Srl nell'incontro del 31 gennaio 2019.

I lavoratori e le lavoratrici non sono più' disponibili ad accettare tali condizioni, è urgente che i Committenti intervengano.

Filcams CGIL Emilia Romagna        Giorgini Maria                               
Filcams CGIL Bologna                      Fabbri Alessandro 

Bologna, 7 febbraio 2019

 
 
Via Marconi 69 - 40122 Bologna
Tel. 051 - 294.011
C.F. 80061230373
e.mail: info@er.cgil.it
e.mail ufficio stampa: florinda_rinaldini@er.cgil.it
privacy: er_cesireg@er.cgil.it