CERCAFBTWITTERinstagramyoutube
CERCAFBTWITTERinstagramyoutube
testata spacer

Rosy Bindi e Luigi Giove a Cattolica per parlare di criminalità organizzata e legalità

Rosy Bindi, ex presidente della Commissione parlamentare antimafia, e Luigi Giove, segretario generale CGIL Emilia Romagna,  il 15 settembre 2021sono stati i protagonisti a Cattolica, all'interno delle "Giornate rosso quadrate" organizzate dalla CGIL Rimini, del dibattito su sicurezza, legalità e criminalità organizzata nella nostra regione. Modera Mirco Paganelli (TeleRomagna24).


“Ora come allora. Il sindacato e il 2 agosto 1980”

Quale fu il ruolo del sindacato nei minuti, giorni e settimane successivi alla strage? Lo racconta il documentario della CGIL ER, su progetto e consulenza storica di Cinzia Venturoli, diretto e montato da Marco Murat, fotografia di Salvo Lucchese.    


LAW - Legalità e diritto al lavoro

Perché ‘ndrangheta, camorra, mafia e tutte le altre associazioni criminali, devono avere la certezza che, nel proprio obiettivo di continuare a insidiare economia e lavoro della nostra regione, incontreranno un ostacolo grande e determinato: la CGIL Emilia-Romagna.


Il nuovo Patto per il Lavoro e il Clima

Un progetto volto prioritariamente a generare lavoro di qualità, contrastare le diseguaglianze e accompagnare l’Emilia-Romagna nella transizione ecologica, contribuendo a raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. Dopo 5 anni di crescita ininterrotta, la tutela della salute, la salvaguardia dell’occupazione e il contrasto alle diseguaglianze, tornano oggi in testa...


Giove: "Anche se Covid fa paura, ciascuno di noi mantenga spirito critico"

"I vari livelli di governo non se la possono cavare ribaltando le responsabiltà sui singoli cittadini, magari a partire dai meno forti. Se gli autobus sono affollati è forse colpa degli utenti?", si chiede il segretario della CGIL ER Luigi Giove. Un estratto del suo intervento all'Assemblea generale (19-10-20).


Giove: «Ripensare il turismo»

Per il segretario generale della Cgil Emilia-Romagna, la crisi del settore legata alla pandemia deve essere l'occasione per un cambio di paradigma: non ragionare più solo sui grandi numeri, ma anche su una dimensione più attenta alla qualità e alla territorialità.